LE CAMPANE TIBETANE

 

MUSICA, SUONO, CANTO, VIBRAZIONI ... E NOI!

Sin dai tempi più remoti, la musica e il canto sono stati riconosciuti come strumenti terapeutici e spirituali da molte culture. Nei più vari miti della creazione, il suono (Il Verbo) è la scintilla di tutte le cose visibili ed invisibili. Come tutto l'Universo, anche il corpo umano è in stato di vibrazione: sia a livello eterico che fisico, possiede una certa frequenza.
Pitagora ha affermato che " ogni corpo celeste, ogni atomo produce un suono particolare dovuto al relativo movimento, ritmo o vibrazione". Questo insieme di suoni o vibrazioni compongono un' armonia universale in cui ogni elemento, senza perdere la relativa funzione e carattere, contribuisce alla totalità che include il corpo umano. Ogni cellula ed ogni organo del nostro corpo, quindi, vibrano continuamente ad una determinata frequenza.
Anche secondo la medicina orientale, il corpo umano è composto oltre che dalla parte più densa e materiale visibile ad occhio, anche da una parte piu' sottile composta da onde di energia e vibrazioni. Quando una persona è in buona salute, vibra alla giusta frequenza e la sua energia scorre liberamente; viceversa in caso di malattia, di disagio, di malessere, di affaticamento psicofisico, di carenza energetica, la vibrazione è distorta e l’energia presenta accumuli e blocchi.
Oggi sappiamo, per il principio di risonanza, che è possibile modificare queste frequenze alterate attraverso la trasmissione di altre frequenze.

COSA SONO LE CIOTOLE TIBETANE?

Le campane tibetane, o ciotole tibetane, o Singing Bowls, sono strumenti molto antichi: le prime tracce dell’esistenza di questi strumenti, risalgono a circa 1100 anni prima della nascita di Cristo.
Sono delle ciotole di forma tondeggiante, di colore dorato, spesso con scritte in Sanscrito raffiguranti l'Ohm. Questi strumenti vengono utilizzati nei monasteri Tibetani per riprodurre il suono dell'OM originario: sono strumenti sacri, usati per la meditazione, ma anche come ciotole per mangiare e bere, in quanto per i monaci, è un modo per connettersi con l’Universo intero, e inglobarlo in loro stessi. Si dice che siano composte da una lega di sette metalli corrispondenti ciascuno ai sette pianeti del nostro sistema solare: Oro-Sole Argento-Luna Mercurio-Mercurio Rame-Venere Ferro-Marte Stagno-Giove Piombo- Saturno: ora sappiamo che non è esattamente così, ma che il collegamento con i sette metalli e sette pianeti, deve essere inteso più nel suo significato più simbolico: il suono di questi strumenti ti porta in una migliore connessione con te stesso, e contemporaneamente con tutto quello che è fuori di te: e se ascoltiamo i suoni creati dalle frequenze registrate nello spazio, del movimento dei pianeti, "sorprendentemente" è molto assimilabile ai suoni delle ciotole. Esistono diversi tipi di Campane Tibetane, e il loro suono varia in base alla proporzione dei componenti della lega, dalla forma e dello spessore.
Proprio per questo motivo, nella loro semplicità apparente, le campane tibetane hanno un’insospettabile ricchezza di frequenze sonore: ascoltando attentamente il suono di una singola ciotola, scopriremo che non sprigiona un solo suono, ma più suoni contemporaneamente, quelli che tecnicamente si chiamano armonici. Tale varietà di diverse frequenze contemporanee, alcune facilmente distinguibili, molte altre oltre la soglia di udibilità, si espandono con le loro vibrazioni fuori e dentro chi le pratica.
Le Campane Tibetane producono quindi suoni in armonia con le vibrazioni delle sfere celesti, e trasmettono queste vibrazioni a chi le ascolta. Questo fenomeno si chiama "concordanza di fase" o “vibrazione per simpatia” ed è lo stesso che mettere due pendoli uno accanto all'altro: dopo un certo periodo di tempo iniziano a seguire lo stesso ritmo, come due onde che tendono a unirsi e a vibrare all'unisono. Grazie a questo fenomeno, quando si percuote una Campana Tibetana si creano delle forti vibrazioni che si propagano lungo il punto in cui è appoggiata la campana stessa (nel caso ad esempio in cui venga appoggiata sui chakra), massaggiandolo in profondità. Lo scorrere dell’energia all’interno del corpo fisico ed etereo è regolato dal buon funzionamento dei chakra principali. Questi centri vitali necessitano di essere rigenerati e riequilibrati ogni qualvolta il nostro stato fisico e psicologico si debilita, segno della presenza di impurità energetiche nel flusso dei chakra.
Si viene così a creare una concordanza di fase fra la campana e la persona che vi è a contatto producendo uno stato di profonda quiete interiore ed esteriore che può andare ben al di là del semplice rilassamento, favorendo lo scioglimento dei blocchi di energia, fino a raggiungere gli stati meditativi più profondi.
Dal punto di vista strettamente scientifico, le recenti ricerche condotte sulle onde elettromagnetiche del cervello, hanno messo in evidenza quatto frequenze distinte, ognuna delle quali è legata a differenti stati della coscienza. Le campane tibetane sono ricchissime di onde “alfa”, cioè quelle generate dal cervello in stato di calma e di meditazione; e di onde “delta”, quelle attivate nel sonno profondo.
Interessante è anche il lavoro di collegamento tra i sette centri energetici – chakra – con i sette Pianeti del sistema solare che viene creato dalla vibrazione dei sette metalli con cui sono fatte le Campane Tibetane. Un modo per ritrovare l’originaria connessione con l’Universo, con l’Uno.
Le vibrazioni delle campane tibetane richiamano quindi alla frequenza armoniosa originale stimolando il corpo ad entrare i sintonia con la loro frequenza e favorendo così il processo di auto-guarigione e ri-armonizzazione interiore.

TECNICHE, ATTIVITA’

Le campane tibetane, possono essere un ottimo strumento sia per percorsi individuali che di gruppo.
I trattamenti individuali, sono momenti in cui la persona è facilitata attraverso l’uso di tecniche meditative, a mettersi in una posizione di ascolto e di profondo rilassamento; le campane diventano strumento per lavorare sul riequilibrio delle energie, e, in base alle singole esigenze, a facilitare lo scarico di tensioni o il recupero di energie bloccate da stress, tensioni emotive, blocchi emozionali.
I cicli di gruppo di incontri di rilassamento profondo e benessere con le campane tibetane, sono rivolti a tutti coloro che sentono la necessità di:
- trovare uno spazio accogliente, non giudicante, sereno, da dedicare solo a sé stessi;
- ritrovare quella calma e quel benessere che la vita sempre più stressante di ogni giorno spesso rischia di farci perdere;
fare un’esperienza profonda di conoscenza di sé stessi e del proprio corpo;
- dedicarsi un tempo in cui non sia richiesto nessun ulteriore impegno ed ennesimo sforzo nel “fare qualcosa”;
- conoscere e sperimentare l’effetto benefico su corpo, mente e spirito, delle vibrazioni e dell’armonia di questi straordinari e sacri strumenti.
Il trattamento con le campane tibetane, inoltre:
- favorisce il rilassamento e la meditazione profonda;
- aiuta a ridurre nervosismo, disturbi del sonno, ansia e angoscia;
- facilita il rilassamento di tensioni muscolari e nervose;
- riequilibra e ri-armonizza il nostro corpo e la nostra mente.

 ESCAPE='HTML'

CICLI DI INCONTRI DI GRUPPO DI RILASSAMENTO E BENESSERE CON LE CAMPANE TIBETANE

GENNAIO 2019: 9/01 - 16/01 - 23/01 - 30/01 dalle 20.00 alle 22.00

FEBBRAIO 2019: 6/02 - 13/02 - 20/02 - 27/02 dalle 20.00 alle 22.00

MARZO 2019: 6/03 - 13/03 - 20/03 - 27/03 dalle 20.00 alle 22.00

APRILE 2019: 3/04 - 10/04 - 17/04 - 24/04 dalle 20.00 alle 22.00

MAGGIO 2019: 8/05 - 15/05 - 22/05 - 29/05 dalle 20.00 alle 22.00

 

 

MUSICA PER L'ANIMA: la meditazione del suono. APPUNTAMENTI IN CALENDARIO:

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2018: dalle 17.00 alle 19.00

SABATO 22 DICEMBRE 2018: dalle 17.00 alle 19.00

SABATO 26 GENNAIO 2019: dalle 17.00 alle 19.00

SABATO 23 FEBBRAIO 2019: dalle 17.00 alle 19.00

SABATO 23 MARZO 2019: dalle 17.00 alle 19.00

SABATO 27 APRILE 2019: dalle 17.00 alle 19.00

SABATO 25 MAGGIO 2019: dalle 17.00 alle 19.00

SABATO 22 GIUGNO 2019: dalle 17.00 alle 19.00

 

SEMINARIO: L'UNIVERSO IN UNA CIOTOLA -- il mio incontro con le Campane Tibetane.

DOMENICA 16 DICEMBRE 2018: dalle 10.00 alle 18.00

DOMENICA 27 GENNAIO 2019: dalle 10.00 alle 18.00

DOMENICA 24 FEBBRAIO 2019: dalle 10.00 alle 18.00

DOMENICA 24 MARZO 2019: dalle 10.00 alle 18.00

DOMENICA 28 APRILE 2019: dalle ore 10.00 alle ore 18.00

DOMENICA 19 MAGGIO 2019: dalle 10.00 alle 18.00