SEMINARI REIKI


L’ARTE DI GUARGIONE DEL REIKI DI USUI

Il Reiki è quella forma di Energia nella quale Dio e l’uomo si reincontrano. E l’unione, tra quella che è l’Energia del Macrocosmo, la forza Divina, che impregna tutte ciò che ci circonda, e il Microcosmo, l’Energia individuale, la nostra Forza interiore: è Energia Universale.


Il metodo  di Reiki Usui è appunto una tecnica sviluppata dal dott. Mikao Usui Sensai agli inizi del secolo scorso: da lui stesso questo metodo era definito: “Il segreto della Felicità”.


Questo insieme di tecniche, consiste inizialmente, nella riattivazione, attraverso una procedura di riconnessione chiamata “armonizzazione” o “iniziazione”, di questa unione tra noi, e la nostra fonte Sorgente, che ci siamo disabituati a sentire e ad ascoltare. Il REI, l’Energia primaria, e il KI, l’Energia personale, si riconnettono sul piano del CUORE.


Il metodo si rivela come uno strumento prezioso, semplice, sobrio ed elementare che ci aiuta a recuperare quella che in qualche modo è l’energia più immediata a nostra disposizione: l’Energia Universale. Questa ritrovata forza derivata dalla riapertura dei canali energetici, ci introduce ad un cammino di riscoperta di noi stessi e della nostra stessa identità Divina, e ci consente di diventare noi stessi un canale attraverso cui questa energia scorre e può essere data per gli altri tramite l’imposizione delle mani.


Lo scopo di Reiki è ritrovare la strada che ci riporta a noi stessi, in modo tale da ricreare quell’unione perfetta che ci permette di vivere più sereni, scegliendo consapevolmente la felicità e l’apertura del cuore come stile di vita del quotidiano.


Reiki è un potente e semplicissimo strumento di riequilibrio, alla portata di tutti, per tutti, per ogni cosa, molto concreto e molto pratico.


I CINQUE PRINCIPI


I cinque principi sui quali Usui ha basato il suo Reiki, sono stati presi (per ammissione di Usui) da una poesia dell’Imperatore Meiji, sapiente e guaritore:


Solo per oggi
Non arrabbiarti
Non preoccuparti
Sii grato
Lavora sodo (su di te)
Sii gentile con gli altri

 ESCAPE='HTML'

SEMINARIO DI PRIMO LIVELLO – SHODEN – livello manuale 

Nel il seminario di primo livello, della durata di una giornata, i praticanti faranno esperienza dell’Energia, e cominceranno a familiarizzare con essa. Si parlerà di riequilibrio e consapevolezza. I partecipanti riceveranno quattro armonizzazioni, che altro non sono che delle procedure individuali, durante le quali verranno sbloccati, riaperti e puliti i canali energetici. Permettendo così la riconnessione sul piano del CUORE dell’Energia individuale con l’Energia Superiore, del Divino, dell’Universo, di Dio. Incomincia così un processo di cambiamento su vari livelli: fisico, mentale ed energetico.
Vengono insegnate modalità e tecniche per effettuare i trattamenti, in modo che il praticante possa cominciare a lavorare su se stesso e sugli altri. In questo tipo di lavoro ha una parte importante, il contatto fisico. Attraverso il contatto delle mani è ora possibile portare Energia in parti specifiche del corpo, educandoci alla riscoperta delle nostre capacità di ascolto, affinando la capacità di percezione dell’Energia nostra ed altrui.
L’operatore reiki verrà così condotto verso l’abbandono dell’Ego, a favore di una maggior connessione con l’Energia universale, madre di tutti noi.
L’ascolto, il non fare e il lasciar fluire, sono alla base della formazione del primo livello.
Al termine del seminario verrà consegnata una esaustiva dispensa ed attestato di partecipazione.
Verrà poi effettuato un secondo incontro dopo circa un mese, di mezza giornata, come occasione ulteriore di confronto, verifica, approfondimento e pratica.

SEMINARIO DI SECONDO LIVELLO – OKUDEN – livello mentale

Il secondo livello Reiki, viene definito livello mentale: infatti, rispetto al primo che era sul piano essenziale del non fare, si passa ad imparare a dare uno scopo, una maggior indirizzo ai flussi energetici.
Grazie all’utilizzo dei simboli, che sono delle chiavi di accesso a determinate energie, avremo la possibilità di dare direzione, potenza e spessore all’Energia Reiki, entrando in maggior contatto con il nostro se più profondo, la nostra parte incoscia, lavorando così in modo più mirato sulle varie problematiche fisiche, emotive, mentali e spirituali.
L’insegnante Reiki, attraverso altre quattro armonizzazione, imprime i simboli su ciascun partecipante, in modo da trasmetterne la forza ed il significato profondo. Si apprendono varie tecniche come il trattamento di situazioni presenti passate e future, le visualizzazioni, l’intento.
Attraverso i simboli e queste tecniche si sperimenta la possibilità di muovere ed indirizzare l’energia, e il lavoro su di noi sarà sempre più consapevole ed amplificato.
Il secondo livello ci permette di lavorare oltre la fisicità. Il percorso diventa sempre più profondo e spirituale: il Reiki supera la dimensione materiale, per farci prendere maggior consapevolezza sia della meraviglia del nostro mondo interno, sia della sua profonda relazione con il mondo delle energie superiori, in un intreccio di Energie che trascendono spazio tempo e materia.
Il lavoro con il secondo livello favorisce così una notevole presa di coscienza di come "funzioniamo".
Integriamo così al non fare del primo livello, la possibilità del fare attivo che questa nuova dimensione ci dà la possibilità di praticare.
Al termine del seminario verrà consegnata una esaustiva dispensa ed attestato di partecipazione.
Verrà poi effettuato un secondo incontro dopo circa un mese, di mezza giornata, come occasione ulteriore di confronto, verifica, approfondimento e pratica.

SEMINARIO DI TERZO LIVELLO – SHINPIDEN – livello spirituale

All’inizio, Reiki nella sua forma occidentale veniva proposto in tre livelli: il primo, il secondo ed il Master. Il terzo livello, ora è spesso consuetudine dividerlo in due sottolivelli, comunemente chiamati 3A e 3B. Questa divisione nasce dall'esigenza di molti praticanti che, avendo sviscerato il secondo livello, vogliono completare la loro formazione nella strada del Reiki, senza necessariamente voler dedicarsi ad insegnare.

Livello 3°A

Dopo aver sperimentato e integrato in noi la parte fisica con il primo livello, la parte mentale-emozionale e creativa del secondo livello, con il terzo livello si incontra invece la parte più puramente spirituale o trascendente. Con l’acquisizione del 4° simbolo e le relative tecniche di impiego, sperimentando appieno le potenzialità del Reiki: questo ultimo simbolo, è la chiave d’accesso, la porta verso la “La Grande Luce Splendente” che attraverso il silenzio interiore, ci conduce ad Essere scintilla divina, incarnata in una quotidianità vissuta all’insegna dell’Amore come strada,  percorso, e scelta di vita.
Si può dire che il “non fare” del primo livello, si trasforma nel “non fare consapevole”, nel “lasciare essere” del 3A.
Al termine del seminario verrà consegnata una esaustiva dispensa ed attestato di partecipazione.
Verrà poi effettuato un secondo incontro dopo circa un mese, di mezza giornata, come occasione ulteriore di confronto, verifica, approfondimento e pratica.

Livello 3°B

Per chiunque abbia conseguito il 3A, e senta la spinta di insegnare Reiki, è previsto il vero e proprio percorso per diventare Reiki Master, che consiste nell’insegnamento di tutte le tecniche di iniziazione, l’insegnamento di come si gestisce un gruppo, della responsabilità del ruolo di master, approfondimenti rispetto alla medicina cinese ed Ayuvedica, integrazione con dinamiche e tecniche corporee idonee all’aiuto della consapevolezza e della crescita spirituale dell’allievo. 
Diventare Reiki Master è una grande opportunità di crescita sia personale, che di consapevolezza del metodo di Reiki del maestro Mikao Usui, è un percorso di grande responsabilità nei confronti di se stessi e dei propri futuri allievi.
La durata del percorso, è variabile e dipende dall’allievo e dal punto che sta percorrendo nel suo cammino spirituale, per cui verrà decisa di volta in volta in base alle situazioni e alle esigenze.
Generalmente si tratta di un percorso che dura circa un anno.